STORIA

Questa è la storia de La Calce
del Brenta.
La calce. Semplice nella sua formazione,
ma non banale.
Attuale, ma con radici antiche.
Utilizzata dai popoli mesopotamici,
dagli Ebrei, dai Cinesi;
persino dagli Incas e dai Maya.
E poi dai Fenici, dai Greci e dai Romani.
Un materiale che ha fatto la storia
dell’architettura e dell’arte.

una storia scritta
nella pietra

Nell’Ottocento il fiume Brenta
era un luogo speciale, una fonte naturale
da cui potevano essere raccolti i sassi
per produrre la calce richiesta
per affreschi, intonaci e pitture murali.
È proprio in quel luogo che nel 1920
Cristiano De Toni costruisce la fornace
di famiglia dove, bruciando gli scarti
della sua falegnameria, comincia
a produrre la calce.

il fiume

degli eventi